Maturità Spirituale

Chiesero a Rumi, maestro spirituale persiano del tredicesimo secolo:

Cos’è il veleno?
– Tutto ciò che va oltre ciò di cui abbiamo bisogno è veleno. Può essere potere, pigrizia, cibo, ego, ambizione, paura, rabbia, o qualsiasi altra cosa …

Cos’è la paura?
– La non accettazione dell’incertezza. Se accettiamo l’incertezza, diventa un’avventura.

Cos’è l’invidia?
– La non accettazione della beatitudine nell’altro. Se lo accettiamo, diventa ispirazione.

Cos’è la rabbia?
– La non accettazione di ciò che è al di fuori del nostro controllo. Se la accettiamo, diventa tolleranza.

Cos’è l’odio?
– La non accettazione delle persone così come sono. Se li accettiamo incondizionatamente, allora diventa amore.

Qual è la maturità spirituale?

È quando smettiamo di provare a cambiare gli altri e ci concentriamo sul cambiare noi stessi.
È quando accettiamo le persone così come sono.
È quando capiamo che tutti hanno successo secondo la loro prospettiva.
È quando impariamo a “lasciar andare”.
È quando siamo in grado di non avere “aspettative” in una relazione, e diamo solo per il piacere di dare.
È quando capiamo che ciò che facciamo, e lo facciamo per la nostra stessa pace.
È quando perdiamo la necessità di mostrare al mondo quanto siamo intelligenti.
È quando smettiamo di cercare l’approvazione degli altri.
È quando smettiamo di paragonarci con gli altri.
È quando siamo in pace con noi stessi.
La maturità spirituale è quando siamo in grado di distinguere tra “bisogno” e “volere” e siamo in grado di lasciar andare questa volontà.

E ultimo e più importante:

La maturità spirituale si ottiene quando smettiamo di cercare “felicità” nelle cose materiali.

Autore: Rumi