Momenti No

Stava arrivando uno dei suoi attacchi di solitudine, uno di quei momenti in cui passeggiava in strada o sedeva alla scrivania, senza scopo e depresso, a masticare una matita. Si chiudeva in se stesso, ma senza sollievo, sentiva un bisogno di esprimersi che non trovava sfogo, un senso dello scorrere del tempo, incessante, sprecato — e solo la convinzione che non ci fosse nulla da perdere lo consolava, perché ogni sforzo e ogni traguardo era privo di valore come qualsiasi altro.

SEGUI IL CONIGLIO BIANCO